Rod tu Chelifornia!


Hollywood: la mecca del Cinema by Teo
febbraio 7, 2007, 1:15 am
Filed under: Ma quanto è bella l'ammerica

Ho appena concluso il mio tour. Me li sono fatti tutti e oggi la guida della Paramount quando lo ha scoperto era quasi sconvolta dalla mia abnegazione al mondo del cinema. Comunque ad un occhio inesperto potrebbero sembrare tutti uguali. In realta’ ogni Studios ha una sua peculiarita’ e si avverte nell’aria.

Universal Studios: non sono veri e propri studios ma un parco a tema. Ci sono un gran numero di attrazioni basate sul Cinema, Shreck, The Mummy, Terminator e Back to the future per citarne alcune.
E’ molto divertente come ogni parco a tema che si rispetti ma non da la soddisfazione che ogni buon cinefilo merita. C’e’ un trenino che ti porta nei “veri studios” ma non dura molto. Gli americani sono intrattenitori nati e trovi, mentre sei in fila per il trenino, un tizio che non racconta niente di speciale, ti chiede da dove vieni e se ti stai divertendo, ti racconta un po’ di menate sue e della Chelifornia, ma lo fa al microfono, and that’s entertainment.
Anche la guida sul trenino e’ molto brava, ma l’intero tour e’ piu’ un’ulteriore attrazione del parco a tema.
Per chi ama gli effetti speciali, le esplosioni e l’ultra tecnologico e’ il posto perfetto.
Star avvistate: Jordan di Crossing Jordan (credo, io non l’ho mai visto ma la tipa vicino a me era impazzita).

Sony pictures Studios: nei veri studios la qualita’ della visita e’ legata alla guida. Noi avevamo Will, attore che per arrotondare fa questo lavoro. La vera fortuna e’ stata essere solo in cinque e quindi ci ha portato in un sacco di posti. Sembrava divertirsi durante il tour almeno quanto noi. Infatti la visita che sarebbe dovuta durare due ore e’ durata tre.
Ha inoltre precisato come io fossi il sosia del nipote di Adam Sendler. Lo ha precisato piu’ e piu’ volte. Mettendo una curiosita’ pazzesca. Se sapete com’e’ fatto il nipote di Adam Sendler vi prego contattatemi.
Piccola nota di colore, dopo aver chiacchierato per un po’ con la tipa dei biglietti, la suddetta ha deciso di regalarmi un poster, nella fattispecie “Catch and Release” con Kevin Smith.
Gli studios sono piccolini e si girano tutti a piedi: non c’e’ tantissimo da vedere ma senti proprio la magia del cinema che ti circonda.
Star avvistate: Adam Sendler su macchina.

Warner Bros Studios: come ho gia’ detto la qualita’ del tour si vede dalla guida e dalla sua simpatia. Amanda si divertiva a mimare le scene e ripetere i dialoghi. Non era ai livelli di Will che ci portava in giro con una competenza nettamente superiore, ma se la cavicchiava abbastanza.
Per gli amanti delle serie televisive la Warner e’ una mecca. Friends, West Wing, Gilmore Girls, Veronica Mars sono tutti stati girati qui.
La cosa che impressiona di piu’ e’ come tutto sia piu’ piccolo rispetto a come ce lo si immagina.
Addirittura le cucine non hanno acqua ma fanno andare solo il rumore dell’acqua che scorre. E Amanda ha commentato con un laconico “E’ impressionante come tutti sentono il rumore dell’acqua e credono di vedere l’acqua scorrere”.
Sono entrato a Central Perk, il famoso bar della serie televisiva Frieds e vi assicuro che e’ un buco.
Per gli amanti delle serie televisive.
Star avvistate: Rory di Gilmore girls (una mamma per amica).

Paramount studios: il povero Adam era di sicuro alla sua prima guida. Si vedeva che era molto impacciato. Ma povero ci ha messo tanto impegno e soprattutto era molto ben istruito per quel che riguarda la storia di Hollywood.
Ma la Paramount ci ha messo del suo per colmare l’inesperienza della giovane guida. E’ veramente impressionante come quel posto trasudi storia del cinema.
Il “New York” Lot e’ stato usato da coppola per girare molto scene de “Il Padrino”. Emozionante!!!!
La parte piu’ interessante e’ stata nel Paramount Theatre in cui abbiamo conosciuto il proiezionista che fa anche un lavoro di montaggio della colonna sonora e del filmato. Un uomo che semplicemente ama alla follia il suo lavoro.
Ci ha aperto i proiettori e ci ha spiegato per filo e per segno il funzionamento aggiungendo anche simpatiche storielline della sua vita lavorativa.
Spiegandoci il sistema di raffreddamento dei proiettori ha detto: “Mi hanno detto se ti bruci le mani sono fatti tuoi, mettiti dei guanti. No way, come faccio a sentire la pellicola con i guanti? Cosa volete sono solo dei manager!”
Per chi ama la storia e i film americano in bianco e nero questo e’ un posto da non perdere.

Giuro se dovessi scegliere fra uno degli studios visti non saprei quale.


1 commento so far
Lascia un commento

ciao!anch’io come te sono un patito del cinema e andrò a los angeles fra una settimana! per la visita ai 3 studios (sony, paramount, warner) come si fa con i biglietti?conviene prenderli via internet o si può acquistarli in loco?sai dove posso comprarli sul web? grazie mille!!!!

Commento di enrico




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: